Trappola della procrastinazione: 5 passaggi per liberarsi

Aprile 22, 2024

7 min read

Avatar photo
Author : United We Care
Trappola della procrastinazione: 5 passaggi per liberarsi

introduzione

Ti capita spesso di rimandare le cose fino all’ultimo momento? Ti distrai facilmente dalle attività della giornata? Anch’io ero quella persona. Quindi capisco te e la tua procrastinazione. Il mio amico diceva che il motivo per cui procrastino e continuo a portare a termine il lavoro è il motivo per cui procrastino, e non potrei essere più d’accordo. Ma, molto presto, mi sono reso conto che, invece di lavorare sotto pressione, se avessi lavorato in tempo senza indugio, avrei potuto condurre una vita molto tranquilla. Attraverso questo articolo, vorrei condividere ciò che ho fatto per superare il mio comportamento di procrastinazione. Spero che questo aiuti anche te!

“La procrastinazione è la ladra del tempo; mettetelo al collare.” -Charles Dickens [1]

Ulteriori informazioni su come la gestione del tempo può aiutarti a bilanciare la tua vita.

Cos’è la procrastinazione?

Ogni volta che sento la parola “Procrastinazione”, mi viene in mente il personaggio di Nicholas Cage nel film “Adattamento”, un ragazzo che procrastina la scrittura di una sceneggiatura. Quando ritardi o rimandi lo svolgimento di un compito, questo è ciò che viene chiamato ” Procrastinazione”. Fondamentalmente, sai che ti farà sentire a disagio, stressato e persino ansioso, ma continui comunque a rimandare il lavoro fino alla fine [2].

Sapevi che la procrastinazione può avere un impatto anche su di te a livello fisico e mentale? Quando procrastini, anche i tuoi studi, il lavoro e le relazioni personali possono soffrirne. Potresti sentirti stressato e affiorare sintomi di ansia e depressione, insieme a problemi legati al sonno e sensazione di stanchezza per la maggior parte del tempo [3] [4] [5].

Se vuoi trovare una soluzione a questa procrastinazione, devi prima di tutto imparare a gestire il tuo tempo e limitare le distrazioni.

Perché le persone procrastinano?

Nel corso degli anni ho avuto molti amici, colleghi e clienti che hanno procrastinato, in particolare su compiti importanti. Ecco alcuni dei motivi [6]:

Perché le persone procrastinano?

  1. Perfezionismo: probabilmente stai fissando uno standard troppo alto per te stesso. Quindi, quando ritieni che in qualche modo potresti non essere in grado di soddisfare quelle aspettative, inizi a temere il risultato. Quindi, inizi a procrastinare.
  2. Mancanza di motivazione: è anche possibile che non ti senta entusiasta del lavoro che stai svolgendo. Personalmente, quando mi sento emozionato o interessato, metterò il mio cuore e la mia anima nel lavoro che sto facendo. In caso contrario, allora ero qualcuno che avrebbe indugiato finché non fosse stato qualcosa di urgente. Quindi, forse come me, devi capire il valore di completarlo in tempo.
  3. Paura di fallire: se hai paura di fallire, anche tu potresti procrastinare. Potresti farlo probabilmente perché non vuoi feedback negativi o delusioni. Ma fare il lavoro non risolverà questo problema? Questa è la domanda principale.
  4. Scarse capacità di gestione del tempo: quanti di noi sono assolutamente bravi quando si tratta di gestire il proprio tempo? Pochissimi. Quindi, se sei una persona che non sa come gestire il tempo o quale attività dovrebbe avere la priorità per prima, finirai per concentrarti sui compiti sbagliati piuttosto che su quelli urgenti.
  5. Mancanza di fiducia: diciamo che ti è stato assegnato un progetto e non hai molta conoscenza o esperienza al riguardo. Pensi che sarai in grado di completarlo in tempo? Nessun diritto? Pertanto, se hai bisogno di maggiore sicurezza nel completare un’attività, potresti dedicare del tempo ad affrontarla.

Quali sono gli effetti della procrastinazione?

Come ho già detto, la procrastinazione può avere un impatto sul tuo benessere mentale, fisico e sociale. Vediamo come [7]:

  1. Puoi sentirti stressato e ansioso nel rispettare le scadenze.
  2. A causa della fretta dell’ultimo minuto, finisci per inviare lavori di bassa qualità.
  3. Non riesci a rispettare le scadenze.
  4. Potresti deludere le persone intorno a te, influenzando il tuo rapporto con loro.
  5. Potresti sentirti in colpa o vergognarti di non aver soddisfatto le aspettative.
  6. Potresti sentirti più stanco perché qualcosa che potrebbe richiedere un’ora, finisci per impiegare dieci ore per lo stesso compito.

Leggi… L’arte di lasciare andare

Come superare la procrastinazione?

Capisco che procrastinare possa essere difficile e potresti persino sentirti impotente o fuori controllo. Ma ci sono alcune strategie che mi hanno davvero aiutato a uscire da questa trappola della procrastinazione e a interrompere il ciclo [8]:

Come superare la procrastinazione?

  1. Stabilisci obiettivi e scadenze realistici: quando ricevi un compito, concediti il tempo per valutarlo e stabilisci aspettative e scadenze realistiche. In questo modo, puoi suddividere il lavoro in attività più piccole che potrebbero essere più gestibili invece di considerare tutto in una volta sola. Pertanto, mentre fai un passo dopo l’altro, puoi impostare una scadenza per ogni passaggio. In questo modo, puoi sentirti motivato e avere una struttura su cui aggirare.
  2. Utilizzare un timer o una pianificazione: impostare un timer per completare il lavoro ha sempre funzionato per me. Ricordo che mentre ero post-laurea, io e i miei amici ci concedevamo reciprocamente da 30 minuti a un’ora per completare un determinato argomento, dopodiché dovevamo discuterne. Questo lavoro programmato o focalizzato è anche chiamato Tecnica del Pomodoro [9]. Ti aiuta a rimanere sulla buona strada e, in effetti, ti aiuta davvero ad aumentare la tua produttività.
  3. Identificare e affrontare le cause sottostanti: se soffri già di ansia o paura di fallire, intraprendendo un compito senza affrontare questi problemi, ti stai effettivamente predisponendo alla procrastinazione. Quindi, concediti tempo e affronta prima lo stress, l’ansia, la depressione, il burnout, ecc., Tipo di preoccupazioni in modo che la procrastinazione non si aggiunga ad esse. In questo caso puoi anche avvalerti dell’aiuto di un professionista. United We Care è una piattaforma che può aiutarti.
  4. Mantieniti responsabile: come ho già detto, io e i miei amici abbiamo usato la tecnica del pomodoro. Ci ha aiutato a rimanere responsabili delle nostre azioni. Quindi, di recente ho persino iniziato a pubblicare i miei compiti e i miei progressi sui social media, in particolare se riguardano la mia vita personale. Questo funge da motivazione esterna perché sono sicuro che nemmeno tu vorresti che le persone pensassero che non sei capace, giusto?
  5. Premiati per i progressi: dopo aver completato i compiti della giornata, mi assicuro di concedermi un piccolo regalo. Può essere il regalo preferito, fare una pausa o fare le cose che mi piacciono. Di solito, dopo una giornata produttiva, mi sedevo a guardare un film.

Conclusione

Tutti, ad un certo punto, hanno perso tempo nel portare a termine un compito. procrastinare non è un crimine. Tuttavia, può portare a conseguenze drastiche, sul lavoro e nella vita personale. Quindi, assicurati di seguire i compiti uno per uno anziché guardarli nel loro insieme. Scopri quale parte dei compiti ti piace di più, inizia con quella e, quando ne completi una parte, celebra le tue vittorie. Ancora più importante, prova a impostare scadenze realistiche e sarai tutto a posto. Tutti possiamo cadere vittime della trappola della procrastinazione, ma riducendo le distrazioni possiamo prenderci cura del benessere mentale, emotivo e sociale in modo efficace.

Se stai sperimentando la procrastinazione, consulta consulenti esperti ed esplora i contenuti di United We Care! A United We Care, un team di professionisti ed esperti di salute mentale ti guiderà con i migliori metodi per il benessere.

Riferimenti

[1]”Una citazione di David Copperfield.” https://www.goodreads.com/quotes/15368-procrastination-is-the-thief-of-time-collar-him [2] P. Steel, “La natura della procrastinazione: una revisione meta-analitica e teorica di fallimento dell’autoregolamentazione per eccellenza.” Psychological Bulletin , vol. 133, n. 1, pp. 65–94, gennaio 2007, doi: 10.1037/0033-2909.133.1.65. [3] KS Froelich e JL Kottke, “Misurare le convinzioni individuali sull’etica organizzativa”, Misurazione educativa e psicologica , vol. 51, n. 2, pp. 377–383, giugno 1991, doi: 10.1177/0013164491512011. [4] F. Sirois e T. Pychyl, “La procrastinazione e la priorità della regolazione dell’umore a breve termine: conseguenze per il sé futuro”, Compasso di psicologia sociale e della personalità , vol. 7, n. 2, pp. 115–127, febbraio 2013, doi: 10.1111/spc3.12011. [5] “Sommario”, European Journal of Personality , vol. 30, n. 3, pp. 213–213, maggio 2016, doi: 10.1002/per.2019. [6] RM Klassen, LL Krawchuk e S. Rajani, “Procrastinazione accademica degli studenti universitari: una bassa autoefficacia nell’autoregolamentarsi prevede livelli più elevati di procrastinazione”, Psicologia educativa contemporanea , vol. 33, n. 4, pp. 915–931, ottobre 2008, doi: 10.1016/j.cedpsych.2007.07.001. [7] G. Schraw, T. Wadkins e L. Olafson, “Fare le cose che facciamo: una teoria fondata sulla procrastinazione accademica.” Journal of Educational Psychology , vol. 99, n. 1, pp. 12–25, febbraio 2007, doi: 10.1037/0022-0663.99.1.12. [8] DM Tice e RF Baumeister, “Studio longitudinale su procrastinazione, prestazioni, stress e salute: i costi e i benefici del bighellonare”, Scienze psicologiche , vol. 8, n. 6, pp. 454–458, novembre 1997, doi 10.1111/j.1467-9280.1997.tb00460.x. [9] “La tecnica del pomodoro: perché funziona e come farlo”, Todoist . https://todoist.com/productivity-methods/pomodoro-technique

Unlock Exclusive Benefits with Subscription

  • Check icon
    Premium Resources
  • Check icon
    Thriving Community
  • Check icon
    Unlimited Access
  • Check icon
    Personalised Support
Avatar photo

Author : United We Care

Torna in alto

United We Care Business Support

Thank you for your interest in connecting with United We Care, your partner in promoting mental health and well-being in the workplace.

“Corporations has seen a 20% increase in employee well-being and productivity since partnering with United We Care”

Your privacy is our priority