Sentirsi in colpa o trappola del senso di colpa: 8 consigli importanti per affrontare un senso di colpa opprimente

Aprile 22, 2024

9 min read

Avatar photo
Author : United We Care
Sentirsi in colpa o trappola del senso di colpa: 8 consigli importanti per affrontare un senso di colpa opprimente

introduzione

Ti dispiace per alcune situazioni della vita che avresti potuto affrontare meglio? Tutti ci sentiamo in colpa ad un certo punto della nostra vita. Ci sono alcune situazioni che tutti attraversiamo e che forse non sarebbero andate così male se le avessimo affrontate in modo diverso. Questo è ciò che ci mette in “The Guilt Trap”. Nell’articolo, esploriamo insieme cosa significa realmente il senso di colpa, come può influenzarti e come puoi affrontare questo sentimento.

“Ci sono due tipi di senso di colpa: quello che ti affoga finché non diventi inutile, e quello che infiamma la tua anima verso uno scopo.” – Sabaa Tahir [1]

Cosa significa sentirsi in colpa?

Il senso di colpa è un’emozione comune. Tutti noi ci siamo sentiti in colpa in qualche momento della nostra vita. È un’emozione in cui sentiamo di aver fatto qualcosa di sbagliato o che avremmo potuto fare qualcosa di meglio per assicurarci che la situazione non andasse di male in peggio. Queste situazioni possono essere davvero minori o enormi. Questi pensieri possono farti sentire davvero a disagio [2].

Quando proviamo senso di colpa, lo sentiamo principalmente nello stomaco. Può essere definito come un profondo sentimento di rimorso per le tue azioni o inazioni. Potresti sentire il bisogno di punirti o chiedere punizione agli altri.

Il senso di colpa può fungere da motivazione, ma può anche portare a insicurezza, bassa autostima e ansia. Tuttavia, se sei in grado di perdonare te stesso e farti perdonare, puoi apportare un cambiamento positivo nella nostra vita e in quella degli altri.

Leggi di più su -Sentirsi sempre in colpa

Quali sono le cause del sentimento di colpa?

Ci possono essere molti fattori che possono farci sentire in colpa [3]:

sentendosi colpevole

  1. Violazione degli standard morali o etici personali: quando attraversi un evento in cui devi andare contro la tua morale o i tuoi principi, potresti finire per sentirti in colpa. Ad esempio, nell’epico Mahabharata, Bheem si sentiva in colpa per essere andato contro le regole del combattimento con la mazza mentre combatteva contro Duryodhana. Il senso di colpa riguardava la violazione di una morale personale per Bheem.
  2. Danneggiare gli altri: potresti sentirti in colpa se hai causato del male a un’altra persona. Potrebbe essere intenzionale o non intenzionale. Ad esempio, diciamo che hai bevuto qualche drink e stai tornando a casa pensando che non ci sarebbe stato nessuno per strada. E, se rimani coinvolto in un incidente e l’altra persona rimane gravemente ferita o muore, potresti cadere nella trappola del senso di colpa.
  3. Non soddisfare le aspettative: quindi, diciamo, dopo una certa età, i tuoi genitori potrebbero aspettarsi che tu contribuisca alla casa e alla famiglia. Se non sei in grado di soddisfare queste aspettative, potresti sentirti in colpa per questo.
  4. Infrangere norme o regole sociali: solo per darti un esempio, fumare e bere alcolici potrebbero essere cose che vanno contro le regole e le norme di una particolare società. Quindi, se ti concedi di fumare o bere, potresti sentirti in colpa.
  5. Tradire la fiducia di qualcuno: se per caso hai tradito la fiducia di qualcuno, allora puoi anche sentirti in colpa. Ad esempio, la tua amica ti ha confidato i dettagli sulla sua famiglia e tu ne hai parlato a tutte le altre persone del gruppo.
  6. Colpa del sopravvissuto: se sei sopravvissuto a un evento traumatico nella tua vita e gli altri intorno a te no, potresti sentirti in colpa per essere sopravvissuto. Ad esempio, molti veterani di guerra si sentono in colpa per essere sopravvissuti alla guerra, mentre i loro migliori amici no. Il senso di colpa può diventare più profondo se l’amico ha familiari che dipendono da lui.
  7. Colpa dei genitori: i genitori possono sentirsi per sempre in colpa per non essere in grado di provvedere ai propri figli. Ad esempio, forse tuo figlio non sta bene e devi andare al lavoro a causa di un incontro importante. Scegliere tra tuo figlio e il tuo lavoro può farti sentire davvero in colpa.

Quali sono gli effetti del sentirsi in colpa?

Se ti senti in colpa, ciò può influire sulla tua salute mentale, emotiva e fisica [4] [5]:

  1. Potresti sentirti stressato e ansioso , in particolare per le conseguenze delle tue azioni su te e sugli altri.
  2. Potresti avvertire sintomi di depressione , in particolare se non riesci a annullare la situazione in cui ti trovi. Potresti anche evitare cose che di solito ti piacciono.
  3. Potresti iniziare a sentirti male per la situazione in questione, il che può avere un impatto sul tuo senso di autostima . Potresti sentire di non meritare nulla di buono.
  4. Potresti avere difficoltà a prendere decisioni perché potresti essere preoccupato di commettere di nuovo un errore.
  5. Potresti trovare difficile fidarti di te stesso con le persone o sentire di non meritare l’amore e il sostegno che stai ricevendo. Può anche darsi che tu non sia in grado di fidarti delle persone.
  6. Potresti indulgere in comportamenti autolesionistici in cui potresti fare deliberatamente cose che possono farti del male, come tagliarti.

Da leggere – Il perdono

Come affronti il senso di colpa?

Potresti sentire che se commetti un errore non puoi tornare indietro e che devi convivere con questo senso di colpa. Ma ci sono alcune strategie che possono aiutarti ad affrontare meglio questi sentimenti di colpa [6] [7]:

Sentendosi colpevole

  1. Riconoscere e accettare la colpa: la prima cosa che devi fare è che hai commesso un errore e che ti senti in colpa. Se rifiuti di accettare l’errore, è possibile che questi sentimenti esplodano come un vulcano a un certo punto e ti sarà difficile gestirli. Ad esempio, nel film “Il matrimonio del mio migliore amico”, Juliane si è sempre sentita in colpa per non aver detto alla sua migliore amica che lo amava. E quando lo fece, quasi riuscì a fargli rompere il fidanzamento. Ciò accresceva ulteriormente il suo senso di colpa.
  2. Assumersi la responsabilità: tutti commettono errori. Siamo umani, dopo tutto. Quindi, se hai commesso un errore o fatto qualcosa che probabilmente non avresti dovuto, assumiti la responsabilità e cerca di sistemare le cose. Ad esempio, una volta ho commesso un errore sul posto di lavoro. Ma mi sono assunto la responsabilità e ho cercato di sistemare tutto nel minor tempo possibile.
  3. Pratica l’autocompassione: quando facciamo qualcosa di sbagliato, una cosa che facciamo è continuare a rimproverarci per questo. Quindi è importante praticare la gentilezza e la compassione verso te stesso. Se perdoni prima te stesso, solo tu puoi davvero sistemare le cose e chiedere perdono agli altri. Se sei disposto a correggere la situazione o ad assumerti la responsabilità, allora non sei quello che eri; ricordati che.
  4. Pratica l’autocompassione: quando facciamo qualcosa di sbagliato, una cosa che facciamo è continuare a rimproverarci per questo. Quindi è importante praticare la gentilezza e la compassione verso te stesso. Se perdoni prima te stesso, solo tu puoi davvero sistemare le cose e chiedere perdono agli altri. Se sei disposto a correggere la situazione o ad assumerti la responsabilità, allora non sei quello che eri; ricordati che.
  5. Impara dall’esperienza: mia nonna diceva sempre che se commetti un errore, o non fai nulla o impari cosa non fare. Quindi, qualunque errore tu abbia commesso, impara da esso e cresci da esso. In questo modo, puoi cercare di non ripetere lo stesso errore e fare scelte migliori in futuro.
  6. Cerca il perdono: come ho detto, se hai perdonato te stesso, puoi chiedere perdono alle persone che sono state ferite a causa dei tuoi errori, se ciò è possibile. In questo modo, puoi sbarazzarti del senso di colpa e lavorare per costruire una relazione migliore.
  7. Impegnarsi nella cura di sé: è necessario assicurarsi che, per correggere gli errori, si inizi a ignorare se stessi. Ti suggerirei di dedicarti a qualche forma di cura di te stesso, come fare esercizio, meditare, trascorrere del tempo con i tuoi cari, ecc.
  8. Cerca un aiuto professionale: può arrivare un momento in cui non sei in grado di gestire i tuoi sentimenti di colpa. In una situazione del genere, puoi ottenere aiuto da uno psicologo o da un consulente. Non devi gestire tutto da solo. Questi professionisti possono aiutarti ad affrontare meglio la situazione e a capire perché l’errore sta portando a livelli di colpa così elevati.

Conclusione

Tutti ci sentiamo in colpa ad un certo punto della nostra vita. Tuttavia, a volte, questi sensi di colpa possono farci fermare il tempo. Anche se potrebbero passare giorni e anni, mentalmente potremmo rimanere bloccati in una situazione in cui abbiamo commesso un errore. Che tu abbia fatto qualcosa intenzionalmente o meno, se ti senti in colpa significa che ti penti di ciò che hai fatto o non hai fatto. Quindi accettalo e prova ad andare avanti. Inizia perdonando te stesso e poi prova a risolvere la situazione, se puoi, in modo da poter condurre una vita più significativa.

Se ti senti in colpa e cerchi soluzioni, puoi contattare i nostri consulenti esperti o esplorare più contenuti su United We Care! A United We Care, un team di esperti di benessere e salute mentale ti guiderà con i migliori metodi per il benessere.

Riferimenti

[1] “Una citazione da An Ember in the Ashes.” https://www.goodreads.com/quotes/6644111-there-are-two-kinds-of-guilt-the-kind-that-drowns#:~:text=There%20are%20two%20kinds%20of%20guilt %3A%20the%20kind%20that%20drowns, fires%20your%20soul%20to%20scopo [2] “Terapia per la colpa”, Terapia per la colpa , 15 settembre 2009. https://www.goodtherapy.org/learn -about-therapy/problemi/colpa [3] “Colpa del sopravvissuto: sintomi, cause, suggerimenti per affrontare e altro” , Colpa del sopravvissuto: sintomi, cause, suggerimenti per affrontare e altro . https://www.healthline.com/health/mental-health/survivors-guilt [4] “Autodistanziamento: teoria, ricerca e direzioni attuali”, Autodistanziamento: teoria, ricerca e direzioni attuali – ScienceDirect , 28 dicembre 2016. https://www.sciencedirect.com/science/article/abs/pii/S0065260116300338 [5] “Guilt”, Psychology Today , 1 marzo 2023. https://www.psychologytoday.com /us/basics/guilt [6] “https://www.apa.org/topics/forgiveness.” https://www.apa.org/topics/forgiveness [7] “Therapy for Guilt”, Therapy for Guilt , 15 settembre 2009. https://www.goodtherapy.org/learn-about-therapy/issues/ senso di colpa/trattamento

Unlock Exclusive Benefits with Subscription

  • Check icon
    Premium Resources
  • Check icon
    Thriving Community
  • Check icon
    Unlimited Access
  • Check icon
    Personalised Support
Avatar photo

Author : United We Care

Torna in alto

United We Care Business Support

Thank you for your interest in connecting with United We Care, your partner in promoting mental health and well-being in the workplace.

“Corporations has seen a 20% increase in employee well-being and productivity since partnering with United We Care”

Your privacy is our priority