La guida definitiva per comprendere la pratica dello yoga

Dicembre 1, 2022

5 min read

Ci sono seminari di zumba, allenamenti di bhangra, mosse primordiali e molte altre mode che vanno e vengono ogni anno quando si tratta di forma fisica. Ma un regime di fitness che è rimasto costante nel corso degli anni è la pratica dello Yoga.

Molte persone hanno parlato dello Yoga come di una pratica spirituale indù. Tradizionalmente, lo Yoga derivava dalle pratiche religiose e spirituali dell’induismo, del giainismo e del buddismo. Tuttavia, nel mondo moderno, lo Yoga è visto come una scienza con molti benefici per la salute, incluso il benessere emotivo. Tale è stato l’impatto dello Yoga sul corpo e sulla mente del praticante che tutti, da Bikram a Bharat Thakur e persino Ramdev, hanno ideato le proprie tecniche uniche per praticare lo Yoga e predicarle.

Il Goat Yoga di Khloe Kardashian era solo uno di questi, in cui Yogi e Yogini interagiscono con le caprette mentre fanno Yoga. Non possiamo negare che questo tipo di Yoga avrebbe certamente i suoi benefici per la salute con la terapia animale ad esso collegata. Ma lo yoga in generale, indipendentemente dal tipo o dalla forma, ha enormi benefici per la salute.

 

Effetti dello Yoga sul cervello

 

Durante diverse sessioni di euro-imaging è stato scoperto che lo yoga porta ad un aumento del volume della materia grigia nelle parti dell’insula e dell’ippocampo del cervello umano. L’insula svolge un ruolo nel mantenimento dell’equilibrio del corpo e l’ippocampo è la parte del cervello responsabile dell’apprendimento, della codificazione, della memorizzazione e del recupero della memoria. L’aumento dell’attività nella materia grigia suggerisce che c’è un’elevata attività in queste aree dopo aver praticato lo Yoga.

C’è anche una maggiore attivazione della corteccia prefrontale, l’area del cervello responsabile di compiti cognitivi come il pensiero logico, il processo decisionale e il ragionamento. Cambia anche la connettività funzionale nella rete predefinita del cervello. Quando questa modalità predefinita di rete viene modificata, si forma una nuova connettività e si genereranno nuovi processi di pensiero che si tradurranno in un comportamento umano nuovo e più positivo.

 

Vantaggi delle Asana Yoga

 

Un Asana è una posa nella pratica dello Yoga. Ci sono 84 diversi tipi di Asana nello Yoga che si concentrano su diverse parti del corpo.

Praticare diversi tipi di asana può aiutare a migliorare il tono muscolare, la flessibilità, la forza, la resistenza, il movimento del corpo, tonificare gli organi, migliorare la circolazione sanguigna, stimolare il sistema immunitario, ridurre il grasso, migliorare la concentrazione e la creatività e migliorare fisico e mentale benessere.

 

Cosa non fare nello yoga

 

yoga-pratica

Mentre lo yoga è considerato un allenamento “taglia unica”, la verità è ben lontana da questo. Ci sono un certo numero di Asana e Kriya che non sono consigliati a persone con determinate condizioni di salute. Ecco alcune cose da non fare che dovresti sapere ogni volta che ti avventuri con quel tappetino da yoga:

 

Non praticare mai lo yoga dopo i pasti

 

Come qualsiasi altro esercizio, esercitare il corpo subito dopo aver mangiato può portare a gonfiore o crampi muscolari. Lo yoga è una pratica di rilassamento e dovresti assicurarti che il tuo corpo non sia pieno di cibo o bevande prima di praticare lo yoga.

 

Non praticare mai yoga durante la malattia

 

Fare yoga quando non è fisicamente in forma non farà che peggiorare le cose. Questo risale all’aspetto neurobiologico del corpo. Quando sei malato, il tuo sistema immunitario si concentra sulla guarigione del corpo. Lo yoga utilizzerà la tua energia e ti renderà più stanco portando a maggiori problemi per la salute.

 

Non praticare mai lo yoga in un ambiente estremo

 

Praticare Yoga quando fa troppo caldo o troppo freddo non aumenterà i benefici dello Yoga. I praticanti di Yoga tradizionale credono che fare Yoga in un ambiente naturale sia il modo migliore per fare yoga.

 

Non praticare mai yoga durante le mestruazioni e la gravidanza

 

Praticare yoga durante le mestruazioni e la gravidanza a volte può fare più male che bene al tuo corpo. Questo perché alcune posizioni Yoga possono portare a più sanguinamento e congestione vascolare.

 

Non andare mai in palestra dopo aver praticato yoga

 

Andare in palestra dopo lo yoga non è una buona idea. Lo yoga rilassa i muscoli e ti dà una nuova flessibilità. Muscoli e tessuti impiegheranno dalle 7 alle 8 ore per recuperare la forza muscolare. Lo scopo dell’esercizio in palestra è quello di tonificare e contrarre i muscoli, quindi fare serie con i manubri dopo le sessioni di yoga renderà solo i muscoli deboli.

Pertanto, indipendentemente dai benefici di qualsiasi allenamento, è sempre consigliabile entrare in contatto con esperti del settore per aiutarti a capire cosa è meglio per te o meno. Il nostro consiglio: non limitarti a seguire un video o una moda online e tuffati nello Yoga. Fatti aiutare da un professionista Yoga certificato prima di decidere di allungarti in quella posa yoga impressionante.

Overcoming fear of failure through Art Therapy​

Ever felt scared of giving a presentation because you feared you might not be able to impress the audience?

 

Make your child listen to you.

Online Group Session
Limited Seats Available!