Perché l’alimentazione consapevole è importante per condurre uno stile di vita sano?

Dicembre 15, 2022

6 min read

introduzione

I pasti sono in genere eventi frettolosi per molte persone a causa del loro stile di vita frenetico. È qui che entra in gioco il consumo consapevole . È un metodo per ottenere il controllo sulle abitudini alimentari e può aiutare a perdere peso, scoraggiare le abbuffate e il benessere generale. Abbiamo derivato l’idea del mangiare consapevole dalla nozione buddista di consapevolezza, un tipo di meditazione che insegna alle persone a rilevare e gestire le proprie emozioni e sensazioni corporee.

Che cos’è il consumo consapevole?

Mantenere una consapevolezza immediata del cibo che si mangia è un’alimentazione consapevole. Implica prestare attenzione a come il cibo fa sentire una persona e ai segnali del suo corpo per quanto riguarda il sapore, il piacere e la pienezza. Invece di giudicare i propri sentimenti, pensieri o sensazioni corporee, mangiare in modo consapevole spinge a riconoscerli e ad accettarli. Mangiare in modo consapevole non significa essere impeccabili, mangiare sempre i cibi giusti o non mangiare mai più di corsa. Non si tratta nemmeno di stabilire linee guida rigorose su quante calorie si possono consumare o quali elementi devono includere o escludere dalla loro dieta. Mangiare consapevolmente significa focalizzare tutti i propri sensi ed essere presenti nel processo di acquisto, preparazione, servizio e consumo del cibo.

In che modo il consumo consapevole può migliorare il nostro stile di vita?

Il consumo consapevole migliora lo stile di vita nei seguenti modi:

  1. Riduce lo stress e l’ansia permettendo di calmarsi e prendersi una pausa da una giornata intensa.
  2. Man mano che i mangiatori consapevoli imparano a rallentare e ad apprezzare pasti e spuntini più di prima, cercano il piacere del cibo che mangiano, il che aiuta a seguire una dieta equilibrata a lungo termine.Â
  3. Osservare come ogni tipo di cibo li fa sentire dopo averlo mangiato può scegliere un alimento migliore da assaporare. Ad esempio, i cibi fritti o trasformati possono gonfiare le persone più velocemente, causando nausea e lentezza. Ma un piatto di frutta o verdura o pesce alla griglia può riempire lo stomaco senza alcun gonfiore. Inoltre, forniranno alle persone le proteine e le vitamine necessarie.Â
  4. Rallentare l’assunzione di cibo aiuta la digestione e riduce vari disturbi digestivi come l’IBS o la sindrome dell’intestino irritabile,segnalati da Cherpak nel 2019.Â
  5. Imparare da dove viene il cibo e come viene cucinato aiuta a costruire una relazione con il cibo.

Benefici del consumo consapevole

Ci sono molti vantaggi di un’alimentazione consapevole

  1. Può ridurre il mangiare sia esterno che emotivo.Â
  2. Sia la frequenza che la gravità delle abbuffate, un tipo di disturbo alimentare che porta all’obesità, possono essere ridotte con un’alimentazione consapevole. Molte donne obese hanno partecipato a uno studio che ha praticato un’alimentazione consapevole per sei settimane. Durante quel periodo, la frequenza delle abbuffate si è ridotta a 1-1,5 volte ogni settimana da 4 volte.Â
  3. Il cortisolo è un ormone dello stress responsabile dell’aumento dello stress nel corpo. Il livello di cortisolo e il rapporto HDL rispetto ai trigliceridi si riducono a causa di un’alimentazione consapevole, ha riferito Jennifer Daubenmier, una rinomata psicologa che lavora alla San Francisco State University. Pertanto, un’alimentazione consapevole può aiutare a controllare lo stress e l’ansia.Â
  4. Un’alimentazione consapevole può essere utile per i malati di cancro, suggerisce una rinomata dietista Stephanie Meyers , associata al Dana-Farber Cancer Institute. I malati di cancro apprezzano molto meglio la consistenza e il sapore degli alimenti, il che potrebbe aiutare il processo di guarigione.Â

Praticare un’alimentazione consapevole

L’intestino umano ospita miliardi di microrganismi. Questi batteri formano il “microbioma”.Secondo un nuovo studio , esiste un legame inestricabile tra microbiota e salute mentale. Una connessione distorta con il cibo potrebbe derivare da uno squilibrio del microbioma. Quando si aggiungono i pregiudizi sociali sulle dimensioni e la forma del corpo, è facile capire perché così tante persone hanno fatto ricorso al senso di colpa e alla vergogna di sé quando si tratta di mangiare. E se la situazione si ribalta? Queste sono situazioni in cui un’alimentazione consapevole può aiutare una persona a migliorare il proprio stile di vita. Partecipare a un’attività con completa consapevolezza può sviluppare un’alimentazione consapevole. Mangiare concentrandosi completamente è fondamentale invece di mangiare quando si è occupati o svolgere un’attività che distoglie l’attenzione. Per cominciare, si dovrebbe iniziare a praticare un’alimentazione consapevole per cinque minuti alla volta e aumentare da lì.

Suggerimenti per praticare un’alimentazione consapevole

Sebbene le opzioni ideali per mangiare in modo consapevole siano paragonabili alla dieta mediterranea, che enfatizza frutta, cereali integrali, verdure, semi, noci e oli vegetali, è possibile utilizzare l’approccio per godersi un cheeseburger e patatine fritte. Ma per questo, è necessario seguire i suggerimenti per praticare il consumo consapevole :

  1. Inizia con la lista della spesa : considera i benefici per la salute di ogni articolo che puoi aggiungere alla lista della spesa e attieniti ad essa per evitare acquisti impulsivi. Evita i corridoi centrali carichi di prodotti trasformati e le patatine e i dolci al banco del check-out. Assicurati che la maggior parte del carrello provenga dalla sezione delle verdure.
  2. Vieni a tavola con appetito : questo deve essere fatto, ma non al punto da diventare famelico. Se una persona salta i pasti, potrebbe essere così ansiosa di avere qualcosa nello stomaco che riempirlo ha la precedenza sul godersi il pasto.
  3. Inizia con una piccola porzione : limitare le dimensioni del piatto a nove pollici o meno può essere utile.
  4. Apprezzare il cibo: prima di mangiare, prenditi un momento per pensare a tutto ciò che è successo per portare la cena in tavola. Esprimi gratitudine per la possibilità di mangiare un pasto meraviglioso e per la compagnia che stanno condividendo tranquillamente.
  5. Porta tutti i sensi al pasto: che cucini, servi o mangi, presta attenzione al colore, alla consistenza, al profumo e persino ai suoni prodotti dai diversi pasti. Bisogna cercare di identificare tutti gli elementi nel mangime mentre lo masticano, in particolare le spezie.
  6. Fai piccoli morsi: è più semplice assaporare tutto quando la bocca non è completa. Tra un boccone e l’altro, metti giù l’utensile.
  7. Masticare accuratamente: masticare accuratamente fino a quando non viene rilevato il sapore del pasto. Bisogna masticare il cibo 20-40 volte prima di ingoiarlo. Inoltre, si possono sperimentare meglio i sapori del cibo, il che ti rende contento.Â
  8. Mangia lentamente : non è necessario ingoiare il pasto se si seguono i suggerimenti di cui sopra. Prima di chiacchierare con i compagni di tavola, prova a dedicare cinque minuti a un’alimentazione consapevole.

Conclusione

I benefici di un’alimentazione consapevole sono incommensurabili. Sebbene il consumo consapevole sembri semplice, richiede pratica. Si può iniziare implementando il metodo al pasto successivo o una volta alla settimana, come avere un “”lunedì consapevole”. Possono anche chiedere istruzioni a un dietologo, terapeuta o psicologo su United We Care . È una piattaforma di benessere e terapia per la salute mentale in cui le persone possono ottenere consigli di esperti su come affrontare i loro problemi mentali ed emotivi. “

Make your child listen to you.

Online Group Session
Limited Seats Available!