In che modo lo yoga e la meditazione aiutano nella lesione cerebrale traumatica (TBI)

Dicembre 17, 2022

6 min read

introduzione

Lesioni cerebrali traumatiche o lesioni intracraniche si verificano nel cervello a causa di danni causati da una forza esterna. La lesione può essere lieve o grave e può provocare cambiamenti fisici, emotivi, cognitivi e comportamentali in un individuo. Tuttavia, è stato dimostrato che la pratica dello yoga e della meditazione aiuta a guarire le lesioni cerebrali traumatiche. Lo yoga e la meditazione calmano la mente dell’individuo e lo aiutano a prestare attenzione al loro funzionamento interiore, alleviando lo stress e l’ansia.Â

Cos’è il trauma cranico?

La lesione cerebrale traumatica (TBI) si riferisce al funzionamento anomalo del cervello a causa di una lesione alla testa. Un impatto violento come un colpo o una scossa alla testa può causare lesioni cerebrali traumatiche (TBI). Può anche verificarsi se un oggetto perfora il cranio ed entra nella materia cerebrale. Esistono quattro tipi principali di TBI:

  1. commozione cerebrale: Le commozioni cerebrali sono il risultato di forti colpi alla testa. Spesso provocano mal di testa, difficoltà di concentrazione, vuoti di memoria e problemi di equilibrio e coordinazione. Le commozioni cerebrali sono generalmente lesioni cerebrali temporanee.
  2. Contusione: Le contusioni sono prevalenti nei bambini inattivi. Si verificano principalmente a causa di forti colpi o scosse alla testa, causando lesioni esterne alla pelle e danni interni al tessuto cerebrale.Â
  3. Lesione penetrante: una lesione penetrante è una ferita profonda causata da un oggetto estraneo che entra nella testa. Le cause comuni includono spari, ordigni esplosivi o accoltellamenti.
  4. Lesione cerebrale anossica: un insufficiente apporto di ossigeno al cervello provoca una lesione cerebrale anossica, che porta alla morte cellulare nel cervello. È principalmente associato a ictus.

In che modo lo yoga e la meditazione aiutano nelle lesioni cerebrali traumatiche (TBI)

Lo yoga è una terapia sia per la mente che per il corpo. Incorpora tecniche di respirazione e concentrazione, forza muscolare e canalizzazione dell’energia. La pratica del pranayama, ad esempio, si basa su diversi esercizi di respirazione per bilanciare la mente con il corpo. Queste varie tecniche di respirazione insegnano a una persona come calmare la mente, concentrandosi sui movimenti fisici che alleviano lo stress e l’ansia, il che è utile nel processo di guarigione da lesioni cerebrali traumatiche. Oltre allo yoga, la meditazione può anche aiutare a stabilire la tranquillità della mente e del corpo. La ricerca mostra che la meditazione può aiutare le persone a riprendersi dal midollo spinale e dalle lesioni cerebrali. Rafforza la concentrazione, l’acutezza e l’osservazione aumentando la consapevolezza dei sentimenti interiori, delle emozioni e dei pensieri. Tutto questo in definitiva migliora i sentimenti di pace interiore e serenità. Al giorno d’oggi, gli operatori sanitari offrono yoga e meditazione per il trauma cranico insieme ai farmaci. Yoga e meditazione per le lesioni cerebrali aiutano con dolore, gestione dello stress e autoregolazione emotiva. Tutto ciò contribuisce a una pronta guarigione.

Yoga e meditazione: consapevolezza, consapevolezza ed essere presenti

La consapevolezza è la capacità di rimanere completamente attivi mantenendo un’acuta consapevolezza di ciò che ci circonda. L’obiettivo della consapevolezza è osservare le minuzie dei processi mentali, emotivi e fisici. La meditazione aiuta a raggiungere la consapevolezza e a stabilire una connessione tra emozioni e ansia, permettendoci di vivere nel presente e superare il passato. Yoga e meditazione per TBI offrono i seguenti vantaggi:

  1. Riduzione dello stress: la meditazione aiuta a ridurre i pensieri negativi opprimenti e riduce lo stress e l’ansia. Insegna a una persona a rilassarsi e concentrarsi sui sentimenti interiori. Yoga e meditazione aiutano a raggiungere un profondo stato di rilassamento esercitando contemporaneamente la mente e il corpo. Durante la meditazione, l’individuo concentra la propria mente lontano dal mondo esterno per concentrarsi sul sé interiore.Â
  2. Focus: la pratica regolare di yoga e meditazione aumenta lo stress. Aumenta significativamente la capacità dell’individuo di concentrarsi efficacemente per lunghi periodi, portando a una maggiore efficienza e coinvolgimento nella propria vita.Â
  3. Migliora la memoria: uno dei principali vantaggi di yoga, meditazione e consapevolezza è il rafforzamento della capacità lavorativa di un individuo. Le pratiche di consapevolezza incoraggiano atteggiamenti positivi e aiutano a ridurre al minimo i pensieri negativi e lo scoraggiamento.

Benefici dello yoga e della meditazione per chi soffre di lesioni cerebrali traumatiche

Il cervello è il centro del corpo umano e le lesioni cerebrali possono avere un grave impatto sulla qualità della vita dell’individuo. Lo yoga e la meditazione sono strategie terapeutiche efficaci che connettono il corpo con la mente e aiutano a guarire le lesioni cerebrali, portando alla pace dopo una lesione cerebrale traumatica (TBI). La ricerca ha dimostrato che la pratica regolare dello yoga e della meditazione per il trauma cranico ha molti vantaggi, tra cui:

  1. Il potenziamento della rimappatura corticale e delle funzioni cerebrali.
  2. Aumento del flusso sanguigno cerebrale regionale.
  3. Miglioramento della salute mentale e cambiamenti salutari nel cervello.
  4. Diminuzione dello stress e dell’ansia.
  5. Miglioramento della concentrazione e della consapevolezza.

Come praticare Yoga con trauma cranico?

Lo yoga e la meditazione per il trauma cranico aiutano fisicamente i pazienti a migliorare la coordinazione e l’equilibrio muscolare. I pazienti possono adottare posizioni yoga specifiche per il trattamento di lesioni cerebrali traumatiche. Questi richiedono sedie per l’equilibrio e il supporto. La Palma. Questa semplice posa yoga aiuta a bilanciare le dita dei piedi. Per eseguire la palma:

  1. Mettiti dietro una sedia con una mano appoggiata allo schienale della sedia.
  2. Solleva il corpo, in piedi sulla punta dei piedi, e mantieni la posizione.
  3. Mentre sei in punta di piedi, solleva un braccio e tienilo dritto sopra la testa.

La posa dell’albero. Questa posa yoga aiuta i pazienti con lesioni cerebrali a praticare l’equilibrio, concentrandosi sull’equilibrio di una gamba. Per eseguire la posa dell’albero:

  1. Stare in piedi vicino alla sedia con un braccio appoggiato su di essa.
  2. Solleva il piede sinistro e posizionalo sopra il muscolo del polpaccio del piede destro. Se ciò non è possibile, posiziona il tallone sinistro sopra la caviglia destra.
  3. Mantieni questa posizione mentre sollevi il braccio sinistro il più in alto possibile. Tieni premuto per dieci-quindici secondi.

Il cane a testa in giù. Questa posizione yoga è difficile da eseguire e non è raccomandata per le persone che soffrono di vertigini dopo un trauma cranico. Per eseguire:

  1. Prendi la sedia e stai dritto, di fronte ad essa.
  2. Inspira e solleva entrambe le braccia sopra la testa.
  3. Quindi, piega il corpo in avanti e metti le mani sul sedile della sedia.
  4. Porta lentamente i piedi all’indietro e solleva i fianchi fino a sembrare un cane a terra.
  5. Tieni premuto per venti secondi.

Conclusione

L’applicazione di yoga e meditazione come terapia è un trattamento aggiuntivo per le lesioni cerebrali traumatiche (TBI). Queste pratiche aiutano una persona a rafforzare la propria mente ed eliminare i pensieri negativi. Per saperne di più su come incorporare lo yoga e la meditazione nella vita di tutti i giorni per migliorare la salute e la prosperità, guarda la vasta gamma di servizi di consulenza online per la salute mentale che offriamo qui . “

Overcoming fear of failure through Art Therapy​

Ever felt scared of giving a presentation because you feared you might not be able to impress the audience?