Sciocco emotivo in una relazione: ti senti uno sciocco emotivo in una relazione?

Maggio 22, 2024

7 min read

Avatar photo
Author : United We Care
Sciocco emotivo in una relazione: ti senti uno sciocco emotivo in una relazione?

introduzione

Coloro che tendono a provare sentimenti forti e profondi sono spesso definiti sciocchi emotivi. È perché la loro tendenza a sentirsi forti spesso finisce in situazioni in cui si fanno male, si sentono vulnerabili e si sentono intrappolati. Se ti senti allo stesso modo, continua a leggere per capire cosa sta succedendo.

Cosa significa il termine “folle emotivo” in una relazione?

Quando si interagisce con gli altri, il termine “pazzo emotivo” viene solitamente dato a qualcuno emotivamente sensibile o eccessivamente emotivo. Secondo Karyn Hall, le persone emotivamente sensibili sono “quelle che sperimentano emozioni intense più frequentemente e per periodi più lunghi rispetto alla maggior parte delle persone” [1]. Questi individui hanno avuto un’infanzia o un passato in cui potrebbero aver sviluppato una bassa autostima e invalidazione. Le caratteristiche delle persone emotivamente sensibili riguardano [1] [2] [3]: Cosa significa il termine "sciocco emotivo" in una relazione

  • Elevata reattività emotiva alle situazioni ambientali
  • Tendenza a provare profondamente sia le emozioni positive che quelle negative
  • Maggiore sensibilità alle emozioni degli altri
  • Maggiore tolleranza verso le azioni degli altri, anche quando sono negative
  • Sensazioni occasionali di esaurimento nei confronti delle emozioni e delle altre persone
  • Sensibilità al rifiuto
  • Difficoltà nel prendere decisioni
  • Preferenza per il pensiero intuitivo
  • E un forte senso di giustizia

Nelle relazioni, questo può creare una situazione in cui la persona sensibile si preoccupa maggiormente degli altri, non può tollerare i conflitti e viene disturbata anche da piccole interazioni. Può anche farli sentire come se dessero più di quanto ricevono e, a volte, esaurirsi per l’intensità delle emozioni che provano costantemente, sentendosi così degli “pazzi”.

Come fai a sapere se sei stato eccessivamente emotivo in una relazione?

Come sapere se diventi eccessivamente emotivo in una relazione

Prima di esplorare se sei o meno altamente sensibile, è essenziale riconoscere che essere altamente emotivi non è “sbagliato” o “sciocco”. È un modello di risposta che ha esiti sia positivi che negativi. Termini come “pazzo emotivo” sono inutili e controproducenti, perché incolpano la persona per qualcosa di naturale e una parte di ciò che è. Nelle relazioni, una persona eccessivamente sensibile può comportarsi come segue [1] [4]:

  • Analizzare i comportamenti e le parole dell’altra persona
  • Reagire con forza a piccole situazioni, commenti o critiche
  • Temere che gli altri si facciano male e modificare i propri comportamenti
  • Concentrarsi sui problemi degli altri più che su se stessi
  • Sentirsi costantemente sopraffatto
  • Sentire il costante bisogno di rassicurazione
  • Lottando nel comunicare chiaramente

Quanto sopra può portare a molteplici alti e bassi nella relazione, come sulle montagne russe. Riconoscere questi modelli e trovare modi per lavorare su se stessi per evitare esiti avversi è essenziale. Deve leggere dalla persona altamente sensibile alla persona poco sensibile

Quali sono le conseguenze dell’essere emotivamente sensibili in una relazione?

Quali sono le conseguenze dell'essere emotivamente sensibile in una relazione Il modello sopra descritto può avere varie conseguenze positive e negative. Ad esempio, alcune persone potrebbero trovare profonda e soddisfacente la connessione emotiva con il proprio partner e potrebbero essere in grado di entrare in empatia con il proprio partner e sviluppare una chiara comprensione. Tuttavia, possono esserci anche conseguenze negative, che derivano dall’incapacità di elaborare intense emozioni negative e dalla paura di ferire gli altri. Karyn Hall individua due tipi generali di sensibilità emotiva: reattività emotiva ed evitamento. Entrambi possono avere conseguenze negative [1]:

  • Conseguenze legate alla reattività emotiva: a volte la sensibilità emotiva sembra esprimere emozioni senza aspettare di pensare ai prodotti. Nelle relazioni, il partner sensibile può sentirsi estremamente arrabbiato o turbato per un incidente minore e reagire scoppiando o piangendo frequentemente. Tali reazioni possono far sentire i partner come se camminassero sulle uova e ridurre la fiducia e la connessione tra le due persone.
  • Conseguenze legate all’evitamento emotivo: a volte le persone sensibili desiderano evitare le emozioni negative. Possono sopprimere i loro veri sentimenti, cercare di intorpidirli mangiando troppo o esercitandosi eccessivamente e allontanando i sentimenti. Questo evitamento spesso fa sì che le persone evitino i conflitti, le conversazioni difficili e la definizione dei confini, tutti elementi necessari per relazioni sane.

La sensibilità emotiva spesso deriva da una bassa autostima. Pertanto, le persone con questa caratteristica potrebbero anche richiedere maggiore convalida e tendere ad analizzare gli altri. Si sentono rifiutati anche in caso di incidenti insignificanti, che potrebbero rendere la relazione estenuante per il partner e causare notevoli disturbi. Per saperne di più : Depressione

Come smettere di sentirsi un “folle emotivo” in una relazione quando sei emotivamente sensibile?

Ci sono alcuni passaggi per fermare lo schema delle risposte. Il primo passo è riconoscere i tuoi schemi. Nel libro di Hall [1, fornisce una lista di controllo per determinare se sei eccessivamente sensibile e completare questa lista di controllo insieme ad altre attività nel suo libro può aiutarti. Una volta identificato, i passaggi seguiti dal modello potrebbero essere utili. Come smettere di sentirti un "folle emotivo" in una relazione quando sei emotivamente sensibile

  1. Assumiti la responsabilità delle tue emozioni: è fondamentale riconoscere che le emozioni e la gestione emotiva sono il tuo lavoro, non quello del tuo partner. Ricordare a se stessi questa responsabilità può aiutare a gestire positivamente la sensibilità emotiva. Consiglio dell’esperto: prova a sostituire le etichette come “pazzo emotivo” o “sensibile” con un promemoria del tipo: “Sento fortemente questa emozione”. Aumenta il senso di controllo e riduce i sensi di colpa e di impotenza.
  1. Identifica i tuoi fattori scatenanti: spesso è difficile stabilire perché ci si sente così forti. Pertanto, è essenziale notare e mappare i propri fattori scatenanti emotivi. Suggerimento avanzato: annotare questi trigger può aiutare a tenerne traccia. Si può iniziare notando ciò che si sente e poi scrivendo cosa è successo nell’ambiente per provocare questa sensazione.
  1. Impara le strategie di regolazione emotiva: la regolazione emotiva implica la gestione delle reazioni emotive per evitare scoppi d’ira: alcune strategie come consapevolezza, visualizzazione guidata, connessione con la natura, esercizio fisico, scrittura, ecc. Suggerimento esperto: prova diverse tecniche e trova quella che funziona meglio per te. Tienilo pronto per la prossima volta che ti senti eccessivamente emotivo.
  1. Impara a stabilire dei limiti: a volte, le persone possono trarre vantaggio dalla tua natura emotivamente sensibile e la paura di offendere gli altri può farti fare cose che non vuoi. È importante stabilire dei limiti sani in una relazione in modo da non provare risentimento in seguito. Suggerimento professionale: chiediti cosa faresti se il rischio di offendere l’altra persona non ci fosse. La risposta di solito rivelerà la tua vera intenzione.
  1. Approfondisci la tua guarigione: spesso, il modello di sensibilità emotiva ha radici nell’infanzia. Sebbene possa essere utile cercare l’auto-aiuto, potrebbe essere meglio cercare un aiuto professionale, soprattutto quando hai notato che questo comportamento causa problemi significativi nella tua vita. Lavorare con uno psicologo qualificato può aiutare a scoprire le cause sottostanti e trovare modi più efficaci per affrontare la propria sensibilità emotiva.

Da leggere – Persona altamente sensibile

Conclusione

Essere emotivamente sensibili in una relazione viene spesso definito erroneamente come uno “sciocco emotivo”. Anche se le persone emotivamente sensibili spesso incontrano difficoltà nelle relazioni a causa dell’elevata intensità, frequenza e durata con cui provano emozioni, è possibile riconoscere i propri schemi e uscirne. È necessario identificare i fattori scatenanti, imparare la regolazione emotiva e stabilire i limiti per superare questo modello. United We Care è una piattaforma di salute mentale dedicata al benessere generale degli individui in tutto il mondo. Se cerchi supporto e aiuto per la salute mentale , contatta gli esperti di United We Care . Il nostro team mira a fornire la migliore soluzione per le vostre esigenze.

Riferimenti

  1. KD Hall, La persona emotivamente sensibile: trovare la pace quando le emozioni ti sopraffanno. Strawberry Hills, NSW: LeggiComeVuoi, 2016.
  2. K. Wall, A. Kalpakci, K. Hall, N. Crist e C. Sharp, “Una valutazione del costrutto della sensibilità emotiva dal punto di vista delle persone emotivamente sensibili”, Disturbo borderline di personalità e disregolazione emotiva, vol. 5, n. 1, 2018.
  3. “14 tratti delle persone sensibili”, Psychology Today. [In linea]. Disponibile qui : [Accesso: 19 aprile 2023].
  4. Persona, “8 cose da sapere su come uscire con una persona compassionevole”, Healthline, 7 aprile 2021. [In linea]. Disponibile qui :. [Accesso: 19 aprile 2023].
  5. M. Mukherjee, “Smettila di essere uno sciocco emotivo: i tempi dell’India”, The Times of India, 11 dicembre 2014. [In linea]. Disponibile qui : [Accesso: 19 aprile 2023].
  6. “Il dilemma della relazione PAS | La psicologia oggi”. [In linea]. Disponibile qui: [Accesso: 19 aprile 2023].

Unlock Exclusive Benefits with Subscription

  • Check icon
    Premium Resources
  • Check icon
    Thriving Community
  • Check icon
    Unlimited Access
  • Check icon
    Personalised Support
Avatar photo

Author : United We Care

Torna in alto

United We Care Business Support

Thank you for your interest in connecting with United We Care, your partner in promoting mental health and well-being in the workplace.

“Corporations has seen a 20% increase in employee well-being and productivity since partnering with United We Care”

Your privacy is our priority