Attività avventurose ad alta quota: 5 consigli per vincere le tue paure

Maggio 15, 2024

9 min read

Avatar photo
Author : United We Care
Attività avventurose ad alta quota: 5 consigli per vincere le tue paure

introduzione

Noi, come esseri umani, godiamo di ogni opportunità di superare i limiti dell’essere “umani”. Costruiamo gadget ed esploriamo terreni pericolosi. Amiamo spingerci oltre i limiti e raggiungere nuove vette, e le attività avventurose ad alta quota ci offrono tutto questo e altro ancora. Queste attività ci fanno sfidare la gravità e librarci nei cieli come uccelli. Sono attività che forniscono una grande scarica di adrenalina e la possibilità di vincere la paura dell’altezza. Ma non tutti sono uguali. Alcuni di noi vogliono fare questa esperienza ma ne temono le conseguenze. Se hai paura delle attività ad alta quota, questo articolo ti aiuterà. In questo articolo parleremo di cos’è questa paura e di come superarla.

Che cos’è un’attività avventurosa ad alta quota?

Le attività avventurose sono un tipo unico di attività ricreative in cui noi esseri umani ci impegniamo. In questo caso, il rischio che l’esito di un errore o di un incidente mal gestito sia molto probabilmente la morte [1]. Tuttavia, queste attività portano un senso di eccitazione e portano ad un aumento della produzione di adrenalina di quella persona.

Le attività avventurose ad alta quota sono un sottoinsieme di queste attività rischiose. Qui le attività si svolgono in quota e l’esperienza prevede una qualche forma di inseguimento aereo o di volo. Ci sono numerose attività avventurose ad alta quota. Alcuni di essi includono:

Che cos'è un'attività avventurosa ad alta quota?

  • Parapendio: i partecipanti si lanciano da luoghi elevati, come colline o montagne, e con l’aiuto di imbracature e ali utilizzano le correnti d’aria per rimanere in aria per un po’ di tempo .
  • Paracadutismo: un’altra attività emozionante, il paracadutismo prevede il salto da un aereo e la caduta libera in aria prima di utilizzare un paracadute.
  • Bungee Jumping: questa è un’avventura audace in cui gli individui saltano da un’alta struttura attaccata a una corda elastica. La persona avverte prima la caduta libera e poi l’effetto di rimbalzo della corda elastica.
  • Fodera con zip: comporta lo scivolamento lungo un cavo sospeso mentre si indossa un’imbracatura. Di solito viene eseguito in paesaggi panoramici come foreste o fiumi.
  • Volo con tuta alare: un’attività leggermente avanzata in cui i partecipanti indossano tute specializzate con ali in tessuto che consentono loro di planare nell’aria come uccelli ad alta velocità.

Indipendentemente dall’attività, queste attività offrono alle persone l’opportunità di oltrepassare i propri limiti, superare le proprie paure e sperimentare libertà ed euforia straordinarie. Gli esseri umani acquisiscono temporaneamente la capacità di essere simili a un uccello e di sfidare le regole che ci governano.

Quali sono i vantaggi delle attività avventurose?

Molte persone in passato credevano che gli sport estremi fossero un hobby per individui con rapporti malsani con la paura [1]. Naturalmente, questa visione è diventata ormai obsoleta e molti stanno cominciando a riconoscere che le attività avventurose possono apportare benefici a una persona in molti modi. Alcuni di questi vantaggi includono [1] [2] [3]:

Emozione e piacere migliorati: quando si tratta di avventura, il brivido e il rischio sono di per sé una ricompensa. Oltre a ciò, l’impegno in un’attività con un obiettivo chiaro aumenta il senso di realizzazione e appagamento nell’individuo. Nella vita di tutti i giorni, tali emozioni e opportunità di successo sono basse e, quindi, le attività avventurose forniscono un senso di novità.

Fuga dalla noia e dal comfort: è spontaneo, giocoso ed è tutto incentrato sul qui e ora. Tutto ciò che è assente nella routine quotidiana della nostra vita. Gli sport avventurosi ci consentono di superare limiti e confini e di rompere le nostre zone di comfort autoimposte. Pertanto, anche se di breve durata, possono aiutare a rompere la monotonia nella vita di una persona.

Migliora la salute fisica e mentale: gli sport avventurosi sono fisicamente impegnativi e molte persone che gravitano verso di loro sono più consapevoli di sviluppare forza fisica. Inoltre, il senso di rilassamento, gioia e realizzazione che questi sport comportano ha un effetto benefico sulla salute mentale.

Migliora il senso di libertà: molte persone che praticano sport estremi parlano della libertà che porta questa partecipazione. Quando sei in cielo, sei libero dai vincoli e dalle responsabilità della vita quotidiana. Sei libero di muoverti fisicamente e libero di provare emozioni forti come paura e gioia. Sei anche libero di gridare a squarciagola. Queste espressioni sono spesso frenate nella vita quotidiana e, quindi, le attività avventurose diventano emancipatorie.

Aumenta la connessione con la natura: negli studi focalizzati maggiormente sulle interviste e sulle esperienze vissute di persone che perseguono attività avventurose, una maggiore connessione con la natura è stata una scoperta ricorrente. Da qualche parte, tutti desideriamo una connessione con la natura e, quando ci connettiamo, ci porta una pace immensa. La maggior parte delle attività avventurose, comprese le attività avventurose ad alta quota, implicano lo stare con la natura, il che alla fine aumenta il nostro benessere quando ci impegniamo in esse.

Scopri di più sulla gestione dell’ansia e dello stress nello sport

Cosa succede quando la paura diventa estrema?

Sebbene la paura sia comune in tutti gli sport d’avventura, alcuni individui potrebbero avere fobie che potrebbero rendere queste paure estreme. In termini di avventure ad alta quota, l’acrofobia o la paura dell’altezza, potrebbe indurre una persona a evitare o addirittura a sentirsi minacciata dal pensiero di tali attività.

L’acrofobia è un disturbo comune in 1 individuo su 20 [4]. Alcuni ricercatori hanno scoperto che, oltre alla percezione della paura, nell’acrofobia sono coinvolte anche componenti sensoriali [4]. Qualunque sia la causa, il risultato sono sintomi fisici estremi e disagio nelle persone quando sono in quota.

Se soffri di acrofobia , potrebbe essere molto più difficile per te superare le tue paure. Tuttavia, potresti ancora desiderare di sperimentare questo “volo”. Collaborare con professionisti può aiutarti a migliorare questa condizione. I terapisti utilizzano tecniche come la desensibilizzazione sistematica e la CBT per affrontare l’acrofobia. Se lo fai, queste attività avventurose ad alta quota indurranno un senso di realizzazione e felicità molto più forte, poiché significherà che hai superato le tue fobie.

Come superare la paura delle attività avventurose ad alta quota?

Sebbene i vantaggi delle attività avventurose ad alta quota siano molti, la paura è sicuramente una parte importante che dobbiamo riconoscere. La paura è una parte essenziale delle attività avventurose. Parte di ciò che rende appaganti queste attività è la grande differenza tra la paura che provi prima dell’attività e il sollievo che provi dopo. Ma se sei una persona per cui la paura di prima non è gestibile, ecco alcuni suggerimenti che puoi seguire [5] [6]:

Come superare la paura delle attività avventurose ad alta quota?

Accetta la paura

La paura è inevitabile. Quindi, invece di combatterlo, dagli il permesso di influenzarti. L’idea è quella di lavorare con le proprie emozioni piuttosto che contro di esse. Puoi anche prenderti il tempo per riflettere e comprendere gli aspetti specifici delle attività ad alta quota che scatenano la paura. Identificando le cause profonde, puoi iniziare ad affrontarle direttamente.

Esposizione graduale

Se hai appena iniziato, inizia in piccolo. Ad esempio, puoi prima provare il bungee jumping su scala più piccola e poi andare su scogliere più grandi. Ciò aumenterà lentamente la tua capacità di sperimentare attività più grandi e pericolose e aumenterà anche la tua fiducia sia nell’attività che in te stesso mentre ti esponi a queste attività.

Collabora con professionisti qualificati

È importante lavorare con un istruttore professionista qualificato o una guida specializzata nell’attività avventurosa a cui sei interessato. Possono fornire guida esperta, rassicurazione e misure di sicurezza che rafforzeranno ulteriormente la tua fiducia e affronteranno anche la paura che potrebbe essere presente.

Visualizza il successo

Le tecniche di visualizzazione sono tecniche di gestione dello stress e dell’ansia in cui immagini di aver completato con successo un’attività. Ad esempio, immagini di atterrare in sicurezza dopo il parapendio, di sorridere da un orecchio all’altro e di sentirti benissimo. Tali visualizzazioni rafforzano l’obiettivo finale ed evidenziano i risultati positivi di un’attività per la tua mente. In risposta, il cervello inizia ad associare emozioni positive a queste attività e riduce automaticamente la paura o l’evitamento.

Respira attraverso l’attività

Respira e basta. La respirazione può sembrare un consiglio banale, ma in realtà fa miracoli nel calmare il sistema nervoso e ridurre la tensione fisica. Puoi trascorrere un po’ di tempo prima dell’attività praticando respiri profondi e radicamento per rilassarti durante l’attività.

Maggiori informazioni su: La differenza tra la tua vita reale e la vita reale

Conclusione

Le attività avventurose ad alta quota possono portarti immensa gioia e felicità. Ma prima di raggiungere quello stadio di beatitudine, devi affrontare e domare la tua paura e ansia. Per fare ciò, puoi iniziare accettando che la paura sarà presente. Quindi, puoi utilizzare strategie come la visualizzazione, l’esposizione graduale e l’aiuto di esperti per farti strada attraverso l’emozione.

Se soffri di paura degli sport avventurosi o di qualche fobia come l’acrofobia, contatta gli esperti dell’app e del sito Web United We Care . Presso United We Care, il nostro team si impegna a fornire le migliori soluzioni per il tuo benessere generale.

Riferimenti

  1. E. Brymer e R. Schweitzer, “Gli sport estremi fanno bene alla salute: una comprensione fenomenologica della paura e dell’ansia negli sport estremi”, Journal of Health Psychology , vol. 18, n. 4, pagine 477–487, 2012. doi:10.1177/1359105312446770
  2. JH Kerr e S. Houge Mackenzie, “Molteplici motivi per partecipare agli sport d’avventura”, Psicologia dello sport e dell’esercizio fisico , vol. 13, n. 5, pagine 649–657, 2012. doi:10.1016/j.psychsport.2012.04.002
  3. E. Brymer e R. Schweitzer, “La ricerca della libertà negli sport estremi: un’esplorazione fenomenologica”, Psicologia dello sport e dell’esercizio fisico , vol. 14, n. 6, pagine 865–873, 2013. doi:10.1016/j.psychsport.2013.07.004
  4. CM Coelho e G. Wallis, “Decostruire l’acrofobia: precursori fisiologici e psicologici per sviluppare la paura dell’altezza”, Depressione e ansia , vol. 27, n. 9, pp. 864–870, 2010. doi:10.1002/da.20698
  5. KreedOn, “Come puoi superare le tue paure degli sport avventurosi?”, LinkedIn, https://www.linkedin.com/pulse/how-you-can-overcome-your-fears-adventure-sports-kreedon (accesso a giugno 2019). 20, 2023).
  6. “10 passaggi per superare la paura degli sport avventurosi”, Quora, https://flyboyjoyflights.quora.com/10-Steps-to-Overcome-Your-Fear-of-Adventure-Sports (accesso il 20 giugno 2023).

Unlock Exclusive Benefits with Subscription

  • Check icon
    Premium Resources
  • Check icon
    Thriving Community
  • Check icon
    Unlimited Access
  • Check icon
    Personalised Support
Avatar photo

Author : United We Care

Torna in alto

United We Care Business Support

Thank you for your interest in connecting with United We Care, your partner in promoting mental health and well-being in the workplace.

“Corporations has seen a 20% increase in employee well-being and productivity since partnering with United We Care”

Your privacy is our priority